giovedì 21 febbraio 2008

Da Solbiate a Castelseprio via Cairate in Valle

Well...rieccomi in "linea" anche a me

ho avute un paio di settimane "grigie", tra un po' l'umore a terra e la mente completamente presa dai progetti per fare espandere la moutain bike nella nostra area; direi che siamo a buon punto con le idee, ora bisogna metterle in atto...la fase più difficile, anche perchè ci sarà da combattere con burocrazia, amministrazioni locali, soldi, sponsors etc etc

Ma torniamo all'oggetto del post:

Sabato mattina, in compagnia di 2 amici del forum di MTB (http://www.mtb-forum.it/ ndr), armati delle nostre "bighe" (termine con il quale si definisce la MTB tra i riders) e coperti, ma non abbastanza, fino alla pazzia a causa del gelo perdurante di quest'anno, ci siamo sparati discreti 42 km (more or less) di quasi tutto sterrato; il giro è partito dall' IPER di Solbiate Olona, da dove ci siamo subito diretti verso la pista ciclo-pedonale che costeggia l'Olona, passando attraverso il bosco; seguendo la pista ci siamo diretti in direzione Nord, tra una chiacchiera e l'altra con oggetto indovinate cosa?? naturalmente le Nostre bici, pregi e difetti...

Usciti dalla pista ciclo-pedonale in zona Gorla Minore, ci siamo diretti verso Cairate. Qui abbiamo risalito un sentiero molto trafficato sia da autovetture che da motociclette (basta vedere i solchi che ambedue lasciano sul terreno per realizzarlo) e ci siamo ritrovati al di sopra della ex Cartiera oramai nota ai più. Qui abbiamo notato che il Comune di Cairate ha dato il via ad una intensa opera di "sfoltimento boschivo e pulitura dello stesso" cosa che lascia più libero il paesaggio e rende la passeggiata anche più piacevole...nell'area adiacente al maneggio una volta c'era "un prato" di rovi...ora quei rovi sono stati tutti tagliati e il passaggio è meno doloroso!!! 10+ al Comune di Cairate!!!

Scatta di nuovo il sogno test-day nell'area della ex cartiera...che bello sarebbe organizzarlo...se solo riuscissi a capire con chi devo parlare per le autorizzazioni varie...

Torniamo alla realtà e riprendiamo a pedalare: attraversiamo il bosco lasciandoci alle spalle il maneggio che si trova al di sopra della famosa cartiera e ci dirigiamo in direzione Tradate attraverso il bosco. Tra una chiacchiera ed un' altra, questa volta improntate sul Corso da me svolto con l'AMI bike (http://www.amibike.it/), usciamo sulla statale (di cui non conosco il nome!!!) che ci porterà verso Castelseprio...che fatica il GPM (Gran Premio della Montagna)!!!

Entriamo nel bosco del succitato paese dove il fango viscido regna sovrano e il pericolo di cadere a terra è continuo...se ci si mettono poi anche i solchi scavati dalle motociclette da cross, le difficoltà aumentano.

Un bel giro nel bosco e poi via, sulla strada del ritorno. Strada del ritorno che passerà dal bosco che c'è dietro al Kaputziner Platz (noto Pub Bavarese della zona), poi di nuovo attraverso la pista ciclo-pedonale per poi risalire a Solbiate Olona dalla scalinata, classico passaggio della gara di ciclo-cross...l'ultima fatica prima dell stop

Arrivati alle macchina mettiamo su le bighe super infangate, ci togliamo i panni sporchi, strette di mano di rito e rinnoviamo l'appuntamento alla settimana successiva...

che giro ragazzi...non vedo l'ora di rifarlo, con qualche variante di mia invenzione però!!!

1 commento:

Geppe ha detto...

Niente male. Un po' devo dire che vi invidio. Fango a parte, naturalmente; è una delle ragioni per cui sempre più raramente vado nei boschi. Rifiuti e moto a parte, naturalmente.
A proposito, lo sai che ho scoperto che i mezzi a motore (agricoli a parte) in quei sentieri non possono proprio metterci.... ruota?
E, già che ci sei, prova un giorno a fare i sentieri in zona Castelseprio-Castiglione-Venegono-Parco Pineta. Meritano.