giovedì 28 febbraio 2008

Nero è bello. Peccato che si tratti di un fiume

Sei diventata nera , nera nera...
Sei diventata nera come il carbon..

Un tempo la cantavano Los Marcellos Ferial ed Edoardo Vianello, da un po' di tempo anche i cittadini di Castellanza, ma son cori inascoltati. Che sia tempo di andare a cantare sotto la finestra dei Sigg. Sindaci della Valle?

Basta passare lungo gli argini dell'Olona o buttar lo sguardo dai ponti per vedere un fiume (!!!???) nero come la pece. Buttiamo solo lo sguardo, niente pattume please!

La fotografia non rende proprio l'idea, ma vi assicuro che il colore e' proprio quello, senza trucchi e senza inganni.

Domenica scorsa ho ripercorso camminando un po' della Valle Olona canticchiando la famosa canzoncina e se a Castellanza si canta......



...a Olgiate si fanno delle super merende ... ma ci si "dimentica" di far le pulizie. Magari non avendo un sacchetto a disposizione han pensato di ripassare in altro momento con scope, palette e cestino. Chissa'!



e a NAPOLI direte voi vedendo la foto?

ops scusate... a Solbiate che succede? Proprio appena sopra l'argine una montagna di "roba", si pensa e si spera solo carta e cartone ma accidenti...accidenti! Al primo soffio di vento quante centinaia di fogli si spargono in giro?
E metti il caso cominciasse a piovere e arriva la piena? Tutta quella roba dove ce la ritroviamo? Dispersa tra Olgiate e il fondovalle.


Il bel percorso lungo l'argine purtroppo comincia ad aver segni del passaggio umano.
Che ci riserva il seguito del percorso? Alla prossima puntata amici miei.


Ago

2 commenti:

Geppe ha detto...

Suvvia, non facciamo i soliti esagerati. Non è vero che l'Olona è nero. Posso dimostrare che ci sono giorni in cui è verde, blu, marrone, grigio, tendente al viola, arancione, ecc. Tessiture, tinture e aziende chimiche dovranno pur lavorare, o no?

E poi, quando gli amministratori affermano di voler fare qualcosa per l'Olona, dicono la verità. La tonalità scura dell'acqua favorisce le fotografie con i riflessi. Non si dice sempre di voler incentivare il turismo?

Geppe ha detto...

Dunque, il post è datato 28 febbraio, ma le fotografie sono state fatte domenica 24.
Lunedì 3 marzo, intorno a quel cestino non macava niente, e nel frattempo i motorini continuavano a scorazzare indisturbati. Andiamo bene.