martedì 22 gennaio 2008

Quel volantino un po' simpatico..

Colgo l'occasione per salutare tutti della zona della Valle Olona!

Se avete già visitato il sito di Geppe probabilmente avete anche letto nel blog del volantino lasciato sulla sua macchina inerente agli americani.

Beh, essendo io americano, quando me l'ha fatto vedere ho dovuto ammettere che qualche elemento di verità ci stava... Dopo tutto, la guerra in Iraq è stato dichiarato da noi americani (sebbene non TUTTI noi eravamo d'accordo.. soltanto che non avevano chiesto il nostro parere prima di cominciarla...).

Devo dire però che le guerre non picciano neanche a me personalmente (forse perchè credo anch'io in Dio). Così come non mi piace la violenza in tv, per strada, nelle scuole....

Forse ci vuole l'amore. E ciò significa confrontarsi, non escludersi; almeno credo..

Essendo il mio primo blog qui, ho voluto allegare una foto da me scattata l'estate scorsa, di un posto molto affascinante (e da voi italiani sicuramente molto conosciuto).

Dicono che l'Italia ha una storia più lunga di quella americana. -Non ho dubbi!

A presto!


Brian

2 commenti:

marco angeletti ha detto...

GOD BLESS AMERICA Brian

Vorrei proprio vedere quello che ha scritto il bigliettino...come minimo è vestito di tutto punto con abbigliamento street American Made con scarpe da skate, sai quei tipi tutti anticonformisti che vanno in giro adesso!!!
Purtroppo la legge di:"per colpa di uno non si fa credito a nessuno" è così. Purtroppo la uerra in Iraq ha messo gli USA in una posizione scomoda che non li fanno vedere più con lo stesso buon occhio come una volta.
E' come in Italia Mussolini: lo si ricorda sempre per quello che di sbagliato ha fatto, non per quello che ha fatto di buono...
Take care
Marco

Why I Love Italy ha detto...

Marco:
grazie del tuo commento! Da un lato, apprezzo il fatto che voi italiani tenete un'occhio aperto su ciò che succede nel mondo. Molti, ma molti di noi americani non sappiamo quasi niente degli altri paesi del mondo. E questo fatto non mi piace.
Per il resto, credo che la risposta ai nostri problemi più seri stia dentro di noi. :)
Saluti!
Brian